Iscriviti al mio canale Youtube

3 setacci per essere un vincente!

3 setacci non criticareEssere un Vincente è un’abitudine che prescinde dallo sport. Si è vincenti nella vita prima che in campo, in piscina o in pedana.

Per essere un Campione dentro e fuori dal campo è fondamentale imparare a non giudicare per il solo gusto di farlo e senza imparare niente, a non criticare, e soprattutto ad evitare la pratica dell’ “inciucio”.

Chi per abitudine giudica, critica e “inciucia”, raramente ottiene grandi risultati nella vita. Voglio riflettere con te su alcuni punti:

  • Chi impegna il proprio tempo a concentrarsi sugli altri in maniera critica non impiega il proprio tempo a concentrarsi su se stesso per crescere, migliorare e lavorare sodo per raggiungere i propri obiettivi
  • Chi critica gli altri produce pensieri improduttivi e negativi che nel tempo costruiscono convinzioni davvero debilitanti nel rapporto con gli altri.
  • L’ “inciucio” e la critica sono dei muri emotivi costruiti contro le altre persone. L’abitudine di criticare, poi, è pervasiva. Si finisce per essere critici su tutto e con tutti anche con se stessi.

Allora per migliorare questo fondamentale aspetto del vincente è necessaria la tecnica dei 3 Setacci.

Non è mia, è di Socrate. Leggere per credere:

Nell’antica Grecia Socrate aveva una grande reputazione di saggezza.

Un giorno venne qualcuno a trovare il grande filosofo, e gli disse:

– Sai cosa ho appena sentito sul tuo amico?

– Un momento – rispose Socrate. – Prima che me lo racconti, vorrei farti un test, quello dei tre setacci.

– I tre setacci?

– Ma sì, – continuò Socrate. – Prima di raccontare ogni cosa sugli altri, è bene prendere il tempo di filtrare ciò che si vorrebbe dire. Lo chiamo il test dei tre setacci. Il primo setaccio è la verità. Hai verificato se quello che mi dirai è vero?

– No… ne ho solo sentito parlare…

– Molto bene. Quindi non sai se è la verità. Continuiamo col secondo setaccio, quello della bontà. Quello che vuoi dirmi sul mio amico, è qualcosa di buono?

– Ah no! Al contrario

– Dunque, – continuò Socrate, – vuoi raccontarmi brutte cose su di lui e non sei nemmeno certo che siano vere. Forse puoi ancora passare il test, rimane il terzo setaccio, quello dell’utilità. E’ utile che io sappia cosa mi avrebbe fatto questo amico?

– No, davvero.

– Allora, – concluse Socrate, – quello che volevi raccontarmi non è né vero, né buono, né utile; perché volevi dirmelo?

Tag:

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2016 – Mauro Pepe Mental Coach – www.vinciconlamente.it

Shares