Allenamento emotivo per Campioni

allenamento emotivoL’altro giorno, mentre sfogliavo alcuni libri della mia amata libreria, sono stato colpito da uno in particolare. A volte sembra quasi come se un libro mi chiamasse, come avesse voglia di dirmi qualcosa. In quei casi, spengo la razionalità e mi lascio guidare dall’istinto.

Ho preso in mano il libro, ho aperto a caso, e ho letto il seguente paragrafo:

“Il coraggio inutilizzato diminuisce;

un impegno non esercitato svanisce;

una passione mai espressa si dissipa”

Verissimo, se non ci si esercita qualsiasi abilità e competenza diminuisce e pian piano svanisce. Questo vale per come per l’allenamento fisico anche per l’allenamento emotivo.

Una persona coraggiosa, che però non utilizza più il suo coraggio, dopo un po’ di tempo inizia ad avere paura. Un manager molto bravo a  vendere un suo progetto, e non lo fa per molto tempo, atrofizzerà questa capacità, uno sportivo con una grande sicurezza, se non la allena la può perdere.

Questo vale ovviamente anche al contrario, più ci si esercita e più diventiamo bravi, anche emotivamente. Se proviamo spesso la felicità, pian piano diverremo persone felici ( al di là delle situazioni esterne ), chi si esercita a creare bei rapporti umani svilupperà sempre più questo tipo di intelligenza emotiva.

Ma come sfruttare questa consapevolezza?

Allenamento emotivo

L’atleta professionista sa che una performance è determinata dalla propria preparazione e dalla capacità di esprimersi al meglio nel momento opportuno. Entrambi i fattori sono necessari per Vincere ed essere un Campione.

Non può evitare, quindi, di allenarsi atleticamente e tecnico-tatticamente. Inoltre, deve essere preparato mentalmente ed emotivamente. Come fare?

Con l’allenamento emotivo per campioni!

Ho visto molti atleti riuscire a vincere una volta e vivere di ricordi, molti altri non  vincere solo perchè non sono riusciti ad esprimersi al meglio, pochi sono quelli che hanno imparato a Vincere e hanno coltivato questa loro abilità emotiva.

Allenamento emotivo in pratica

Per potersi allenare emotivamente, bisogna seguire i seguenti semplici passi:

  1. Stabilire quale emozione provare
    Bisogna capire e scegliere razionalmente quale emozione o stato emotivo si vuole allenare. Meglio scriverlo su un foglio di carta, stabilendo anche quale sarà il risultato finale. Se si riesce a creare un metodo di valutazione oggettiva è meglio ( anche se stiamo parlando di emozioni e l’oggettività è davvero difficile, bisogna essere bravi a valutarsi )
  2. Creare situazioni propedeutiche all’obiettivo 
    Tutte le situazioni che ci fanno provare quella emozione sono utili all’allenamento emotivo. Ma non è necessario costruire situazioni complicatissime. A volte è sufficiente anche solo chiudere gli occhi e pensare ( in maniera associata ) ad un evento o un momento nel quale abbiamo provato intensamente quella emozione.
  3. Allenarsi, allenarsi, allenarsi
    Questa è la parte più importante. La pratica è davvero l’arma in più. Più siamo allenati emotivamente e più saremo bravi a riprendere lo stato emotivo quando ci serve. Un atleta che ha la necessità di essere sicuro di se, è fondamentale che alleni il “muscolo” della sicurezza dentro e fuori dal campo, così da poter essere sicuro durante le gare.

Alibi da evitare nell’Allenamento emotivo

Ora che sto scrivendo sento la voce di quelle persone che dicono: “ma io sono fatto così!”, ” non si può cambiare un carattere!”, “le emozioni dipendono dalle situazioni esterne”, “quella persona mi ha fatto arrabbiare, come faccio ad essere felice?”, ecc…

Sono delle grandissime stupidaggini. Quelle convinzioni che ho scritto sono solo degli alibi che ci diamo per non agire e per non affrontare le nostre zone d’ombra. Nessuno nasce coraggioso, forte emotivamente o ansioso. Lo diventa!!!

Chiunque può crescere emotivamente imparando a provare con più facilità alcuni stati emotivi e può allontanare da se quelli improduttivi.

Allenamento emotivo con un mental coach

Forse, il modo più produttivo, per approcciarsi a questa tipologia di allenamento è farsi seguire da un mental coach. Generalmente la capacità di un coach è quella di riuscire a capire quali sono davvero le zone d’ombra sulle quali lavorare e conosce, dall’esperienza e dallo studio, quelle che sono le strategie migliori per crescere e migliorarsi.

Generalmente un mental coach si allena, emotivamente, ogni giorno, e può essere una guida molto valida.

Quello che molti non sanno, inoltre, è che l’allenamento emotivo può essere molto divertente.

In bocca al lupo per tutti coloro che vogliono intraprendere questa magnifica avventura!

 

Tag: ,

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2016 – Mauro Pepe Mental Coach – www.vinciconlamente.it

Shares