Iscriviti al mio canale Youtube

Allenamento mentale tiro libero basket!

tiro libero basketI tiri liberi nel basket sono decisivi in una partita. Avere una media tiro alta (al di sopra dell’80% ) fa la differenza ad ogni livello.

Come ogni gesto tecnico, il tiro libero va allenato. Per diventare davvero bravi è necessario allenarsi tecnicamente e mentalmente.

Dal punto di vista tecnico è importante tirare nel giusto equilibrio, con la giusta posizione dei piedi, la giusta flessione delle gambe e fare un tiro elastico e preciso.

L’allenamento mentale, invece, si concentra su tutti quegli aspetti che permettono di rendere al meglio durante il tiro sia dal punto di vista biochimico che dal punto di vista emotivo. Inoltre, l’allenamento mentale per il tiro libero permette al cestista di imparare il gesto tecnico più velocemente.

Per quello che riguarda la parte tecnica la lascio volentieri a numerosi e bravi allenatori di basket.

Allenamento mentale tiro libero basket

Questo allenamento si divide in 3 parti: 1) Gestione delle emozioni; 2) Gestione della comunicazione interna; 3) Allenamento mentale “potere dell’anticipazione”

1) Gestione delle emozioni

Le emozioni giocano un ruolo molto importante nell’efficacia del proprio tiro libero. La paura, l’ansia, la frenesia, le proiezioni nel futuro (se non segno succede che…, ) o nel passato (quella volta…), ecc… incidono sulle percentuali al tiro.

Bisogna imparare a gestire le proprie emozioni ed entrare in uno stato emozionale ottimale per l’esecuzione al tiro.

Il primo passo è controllare la respirazione. Generalmente si tira un tiro libero dopo un’azione che ci ha visto protagonista. Quindi è probabile che la respirazione sia accelerata. Questa potrebbe indurci stati emotivi diversi da quelli ottimali. Quindi, bisogna rallentare la respirazione cercando di abbassare i battiti cardiaci.

Il secondo passo è quello di Svuota la Mente ed eseguire in “automatico” il tiro. Prima di un tiro libero, la mente produce moltissimi pensieri che possono distrarre e che possono inibire il giusto atteggiamento per tirare. Quindi “spegnere” la mente e focalizzarsi solo sul proprio “rituale di tiro” ( movimenti che si ripetono sempre prima di un tiro libero )

2) Gestione della comunicazione interna

La comunicazione interna non è altro che quella vocina che spesso sentiamo nella nostra testa. Bisogna saperla gestire, perchè , da studi fatti, è stato scoperto che è la causa della maggioranza degli errori nello sport ( e anche in altri ambiti della vita ). Imparare a gestire la comunicazione interna è un’arte che fa la differenza tra vincere e perdere, nella vita e nello sport.

Per il tiro libero nel basket, dopo aver svuotato la mente da pensieri inutili, bisogna dare un comando preciso, appena prima del tiro. Studiando e intervistando grandi campioni dell’NBA è stato scoperto che alcuni di essi appena prima di tirare dicono, mentalmente, una parola che indica il successo (fare canestro). Parole tipo: “canestro”, “goal”, “ciaf” (come il suono onomatopeico della retina del canestro quando la palla entra), ecc…

3) Allenamento mentale “potere dell’anticipazione”

Questa parte dell’allenamento mentale per il tiro libero è fondamentale per aumentare la propria percentuale di canestri. Il potere dell’anticipazione, è un esercizio di visualizzazione che permette, soprattutto alla parte inconscia, di ripetere il gesto tecnico con successo.

Esistono varie visualizzazioni possibili, secondo me sono 2 quelle che davvero fanno la differenza:

  1. Migliorare la tecnica di tiro
  2. Migliorare la percentuale di canestri

La visualizzazione per migliorare la tecnica permette di concentrare l’attenzione sul gesto tecnico sia globalmente che analizzando le singole parti che compongono un tiro libero ben fatto, come ad esempio: posizione dei piedi, ginocchia piegate, presa del pallone, movimento del braccio che tira e del braccio che accompagna, movimento della mano che tira e di quella che accompagna, ecc…

La visualizzazione per migliorare la percentuale dei canestri, invece si concentra sul risultato. E come simulare una serie di 10 tiri libero, ovviamente tutti con il risultato ottimale.

Risultati della visualizzazione per il tiro libero

L’ultimo concetto che voglio comunicarti su questo argomento è l’efficacia della visualizzazione. Sono stati fatti studi, proprio nello sport, che hanno dimostrato che le visualizzazioni ben fatte permettono un miglioramento concreto ( in termini percentuali ) maggiore del solo allenamento pratico. Proprio per il basket, negli USA, hanno fatto un esperimento con una squadra giovanile. Hanno diviso i ragazzi in 3 gruppi omogenei per risultati ( in ogni gruppo erano presenti sia i bravi che quelli meno bravi ):

1° gruppo) Solo allenamento pratico

2° gruppo) Solo allenamento mentale attraverso la visualizzazione

3° gruppo ) Allenamento congiunto tra quello pratico e la visualizzazione

I risultati sono stati molto interessanti.

Il gruppo che ha presentato un miglioramento più consistente è stato, come è facile intuire, il 3°. Ma la notizia davvero sorprendente è che i primi 2 gruppi hanno presentato un miglioramento confrontabile. Quindi sono migliorati anche i ragazzi che hanno fatto solo l’allenamento mentale senza tirare neanche un tiro nella realtà.

Tag: ,

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2016 – Mauro Pepe Mental Coach – www.vinciconlamente.it

Shares