Iscriviti al mio canale Youtube

Il killer n° 4 del successo. Gli Alibi!

alibi e scuseEccoci arrivati al 4° capitolo della serie i killer del successo. Gli altri 3 te li ricordo sono: La lamentela, la procrastinazione e la critica.

Questi killer ammazzano le possibilità di ottenere successo. Oggi voglio parlarti del killer che distrugge il potere personale e l’autostima. Questa pessima abitudine è davvero comune tra le persone ed è comune anche tra i professionisti dello sport, ad ogni livello.

Il 4° killer del successo è: l’Alibi.

“non è colpa mia”, “abbiamo persone perchè ha iniziato a piovere”, “avevamo troppi infortuni”, “abbiamo riposato meno in settimana e quindi…”, “il passaggio non era preciso e ho sbagliato a…”, “non è il mio piede” ( su questa cosa ci torneremo più tardi ).

Queste sono alcune frasi di utilizzo comune. Quelle che mi sono venute in mente prima, ma ne esistono infinite. Ci sono alcune persone che sono espertissime a crearsi alibi, che giustificano il loro insuccesso o i loro risultati negativi, ogni volta. Questa abitudine è la

CULTURA DEGLI ALIBI

Anche se non te ne rendi conto è una causa di perdita di autostima e di potere personale. Quando esprimi a parole una “scusa” o un “alibi” stai comunicando a te stesso, con spaventosa potenza ed efficacia che:”A prescindere dalle cose che fai e da quanto ti impegni, i tuoi risultati non dipendono da te, non dipendono da quanto ti impegni o da quanto sei bravo”. L’inconscio fa sua questa affermazione e si “programma” per reagire agli eventi futuri. Molto probabilmente si programmerà per abbassare l’autostima e per abbassare la motivazione a compiere tutte le azioni possibili per poter ottenere grandi risultati.

Questo processo di calo dell’autostima e di potere personale, subdolo e deleterio, non avviene in maniera cosciente. Lavora nello stato della programmazione dell’inconscio, inficiando le convinzioni ( cosa so fare e quanto bene ), l’identità ( le convinzioni su chi sono, ” io sono bravo a …” ), e la motivazione.

Come evitare la cultura degli Alibi?

La risposta è semplice: “Prenditi la responsabilità dei tuoi risultati, delle tue azioni e dei tuoi stati emozionali!”. Questa frase vale anche in positivo. Quando ottieni un risultato ottimo, molte persone cercheranno di “sminuirlo” creando degli alibi al contrario, tipo “Ha vinto perchè ha avuto il vento a favore”, “è riuscito perchè è stato fortunato”, ecc…

Quindi miglioro la frase di prima:

“Prenditi la responsabilità e i meriti dei tuoi risultati, delle tue azioni e dei tuoi stati emozionali!”

Per raggiungere grandi risultati è necessario avere una buona autostima e una grande motivazione. Solo prendendosi la responsabilità, e i meriti, dei propri risultati è possibile acquisire e accrescere, quello che gli americani chiamano: “personal power”. La cultura degli alibi distrugge questo “potere personale”.

Area di controllo e Area di influenza nella cultura degli alibi!

Tutta la nostra vita e tutte le esperienze della nostra vita possono essere divise in 3 aree:

  • Area di controllo
  • Aree di influenza
  • Fuori dall’area di controllo e di influenza

La 3° è semplice da definire. Appartengono alla terza tutte quelle cose ed esperienze che non possiamo né controllare, né influenzare. Ad esempio gli agenti atmosferici, la scelta di un capo del governo di un altro paese, tutto quello che è così “lontano” da noi dal punto di vista operativo che non possiamo neanche influenzare.

La 2° area è quella di influenza. Non possiamo controllarla ma possiamo operare delle azioni per influenzarne i risultati. In questa area, ad esempio, entrano tutti i rapporti interpersonali. Non possiamo MAI  controllare lo stato emozionale di un’altra persona (anche un parente), ma possiamo influenzarlo. Non possiamo controllare la reazione o le azioni di altre persone, ma possiamo influenzarle.

La 1° area è quella del controllo. Esiste solo una piccola parte che è davvero sotto il nostro controllo è il nostro stato emozionale, le nostre scelte, le nostre azioni. Tutto il resto ha degli aspetti che non sono controllabili.

Dietro questa definizione, c’è il segreto per essere infelici o felici. Infatti la maggioranza delle persone soffre perchè vorrebbe controllare quello che è fuori dalla propria area di controllo.

Nel discorso della cultura degli alibi, è necessario valutare, davvero l’esperienza chiedendosi le seguenti domande:

Questa cosa la posso controllare? Bene allora lo faccio!

Questa cosa la posso influenzare? Bene allora faccio tutto quello che è in mio potere per…

Questa cosa non la posso ne controllare ne influenzare? Allora non la giudico, ma mi comporto di conseguenza o creco qualche vantaggio per me ( qualcosa di buono, qualche lezione da imparare, mi preparo per evitare… )

 

Azioni pratiche per eliminare la cultura degli alibi!

Impara a fare un corretto feedback dei tuoi risultati. Dividendo, sempre e con consapevolezza, questo processo in 3 parti:

  1. Scrivi tutto quello che è andato bene
  2. Scrivi 2 cose che vanno migliorate
  3. Scrivi delle azioni pratiche che puoi fare da subito per migliorare le cose del punto 2.

Inoltre, quando ti esce una “giustificazione”, una “scusa” o un “alibi”, ricostruisci la frase in maniera più produttiva per te. Ricostruiscila prendendoti la responsabilità e concentrandoti sugli aspetti che sono nella tua zona di influenza o di controllo e che puoi migliorare.

Tag:

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2016 – Mauro Pepe Mental Coach – www.vinciconlamente.it

Shares