Talento: La strategia più efficace per svilupparlo!

Il termine “Talento” è la più utilizzato, spesso MALE, negli argomenti come: successo, abilità, campioni, vittoria, le abilità e qualsiasi processo per raggiungere grandi risultati.

Esso viene quasi sempre utilizzato e pronunciato da chi non ha raggiunto il successo che voleva o i risultati che voleva raggiungere.

Ma il talento esiste davvero?

Io studio strategie di eccellenza da oltre 20 anni e ne ho fatto una vera e propria professione.

Ho seguito oltre 150 persone in coaching personalizzate, da ragazzi di 12 anni fino a campioni dello sport (medaglie mondiali), manager e imprenditori.

 

La parola Talento è rimbalzata tantissime volte. 

Ma cos’è davvero il talento? 

Esiste il talento naturale?

Come si sviluppa il talento?

 

Oggi ti svelerò tutta la verità sul talento e soprattutto se si può sviluppare!

Se preferisci vedere il video sull’argomento:

Che cos’è il talento?

Il talento secondo molti è una dote innato o abilità straordinarie. Esso così come viene inteso da tutti, non esiste! 

Esistono solo delle predisposizioni psico-fisiche che incidono in piccola parte sui risultati finali, circa il 15-20% . 

L’80% è costruita attraverso: lavoro di quantità e qualità, competenze, crescita personale, strategie straordinarie, mindset, ambiente, mentori, ecc…

La storia è piena di persone che non possedevano il minimo talento, ma lavorando sull’80% sono diventate delle persone di successo.

Nessuna persona di grande successo ti dirà mai che è così grazie al suo talento. Ti diranno che ciò che hanno raggiunto dipende dall’intenso lavoro fatto negli anni, che è merito della loro crescita, del loro mindset, ecc.. 

 

Come si sviluppa il talento

Per capire meglio tutto il discorso sul Talento è necessario introdurre la plasticità del cervello umano. Il cervello, grazie alla propria neuroplasticità, riesce ad adattarsi ad ogni stimolo ad ogni nuova abitudine e si modella in base alle competenze raggiunte. 

Come si può sviluppare il Talento?

  •  Individua i punti di forza, ovvero le cose che ti riescono facile e ti emozionano. (https://www.youtube.com/watch?v=234A_RSU4qo)
  •  Rendi speciali i tuoi punti di forza – attraverso lavoro di quantità e di qualità dobbiamo renderli speciali. 
  •  Migliora le tue conoscenze: qualità allenamenti, allenamenti moderni e al passo con i tempi, studi sulle ultime ricerche scientifiche del tuo campo, ecc…

Perciò il talento non esiste, ricordalo sempre. Chi parla di “talento” non è riuscito a raggiungere grandi risultati e perciò giustifica il successo altrui in questo modo. 

 

Creare nuovi talenti

E se invece volessi sviluppare un nuovo talento, una nuova capacità che non fa parte dei miei punti di forza?

In tal caso bisogna:

  •  Osservare i migliori, ovvero coloro che hanno sviluppato al meglio tale capacità.
  •  Studiare i loro: mindset, azioni, qualità del lavoro, strategie, modelli di pensiero, percorso, tempo, …)
  •  Darsi un tempo sufficiente per raggiungere l’eccellenza – non si ottiene tutto e subito. È necessario avere pazienza e creare degli obiettivi di tipo S.M.A.R.T. (https://www.youtube.com/watch?v=Cl8LttBLXe0)

 

Riepilogando: Il talento non esiste. Almeno come inteso abitualmente, ma esistono delle predisposizioni psicofisiche che incidono solo su un 20% dei risultati. Il resto dipende dalla quantità e dalla qualità del lavoro svolto, dal mindset, dalle strategie utilizzate, dalla conoscenza e dai maestri.

Condividi questo post con il mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

© Copyright 2019 – Mauro Pepe Mental Coach – www.vinciconlamente.it

Shares